IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

Regnano le parolone e le promesse

HOME >>
IL GOVERNO MELONI NON SA CONCRETIZZARE I TANTI PIANI ECONOMICI E SOCIALI
Tanto per non cambiare, il governo della leader di centrodestra Giorgia Meloni ripercorre copiando le tante promesse e balle delle passate amministrazioni nazionali. Disgraziatamente il centrodestra sta deludendo milioni e milioni di persone promettendo aumenti delle pensioni, contributi di ogni tipo e chi più ne sa più ne metta, quando invece per ora restiamo sempre al freddo e alla fame. La verità è che anche il centrodestra si trova sulle spalle l’eredità di molti governi e attendiamo l’assegno minimo per le donne che aumenta di 45 euro che logicamente basterà per una mini mini spesa: un panino, minestrone a volontà e pastasciutta in bianco, al massimo con il sugo al pomodoro. Per quanto riguarda questo aspetto c’è solo da ridere, per non piangere. Assegno unico di 100 euro in più dal 4° figlio, non commentiamo neppure questa promessa perché in questi tempi di crisi profonda una coppia non solo non fa figli per il vil denaro, ma anche perché non hanno un posto di lavoro sicuro. In compenso arriva la carta acquisti per i meno abbienti, anche questa fa sorridere. In compenso c’è un piano della Ue per i migranti: maggiori paletti per le navi Ong e l’Italia butta sul piatto i corridoi umanitari per i nuovi arrivi dalla Libia. Per salvare veramente la nostra Italia da una vera e propria invasione di stranieri, bisogna prima soccorrerli e poi rimpatriarli senza ma e senza se. Le Nazioni dell’Europa se ne infischiano di prendere una quota di questi poveretti e così rimangono clandestini in Italia e molti di loro si rendono colpevoli di atti gravi, anche delinquenziali.  

Ultima modifica: 22 Nov 2022 a 18:23

Indietro  



 
ANSA