IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

L’on. Giuseppe Fioroni del Pd sale in cattedra dopo che il suo partito ha effettuato un sondaggio nella Tuscia e logicamente nel capoluogo

HOME

CALA IL MOVIMENTO CINQUE STELLE E SALE IN PROVINCIA IL CENTRODESTRA

Non staremo a tediare i nostri lettori con le cifre di questo sondaggio perché come abbiamo già scritto in un altro articolo che non ci crediamo. Sappiamo solamente che se a Viterbo sarà candidato Giovanni Arena di FI in contrapposizione a Leonardo Michelini del centrosinistra, Arena ha buone possibilità di vincere le elezioni. Per quanto riguarda la Tuscia cambia la fotografia perché nei 60 Comuni ci sono dei sindaci di centrosinistra, centrodestra e anche Liste civiche. E proprio in questi Comuni ci sarà una dura battaglia per la conquista della prima poltrona di sindaco. La Tuscia attualmente, al di sopra di ogni partito, è una terra isolata senza collegamenti né viari né ferroviari dove si va avanti alla carlona. Alcuni paesi sono ben amministrati, come Montalto di Castro governata da Cagi del centrodestra e così via, e il Pd se vuole mantenere la guida della Regione e dei più importanti Comuni della Tuscia deve assolutamente fare scendere in campo personaggi carismatici e non persone sconosciute. Entro il 20 gennaio si conosceranno i nomi dei papabili, per adesso possiamo solo dire senza ombra di smentita che l’on. Giuseppe Fioroni dovrà indicare ai Viterbesi la strada per combattere il classico populismo. Per quanto riguarda il suo avvenire politico, il preparato Cicciobello, ex Ministro dell’Istruzione, forse si candiderà per il Senato e non farà un grande passo indietro per tentare la carta di sindaco del capoluogo.

Ultima modifica: 28 Dec 2017 10:09

Indietro   



 

 

ANSA