IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

L’omicidio del Riello avvenuto il 27 settembre 2015

HOME
IN APPELLO SABATO BATTAGLIA VIENE CONDANNATO A 9 ANNI E 10 MESI
Sabato Battaglia di 24 anni, figlio di un pentito di camorra ospite a Viterbo, nel settembre del 2015 mentre stava discutendo animatamente con una ragazza fu avvicinato da un uomo di origine romane il quale si era vestito” del ruolo di pacificatore. Battaglia, irritato dall’intruso, reagì con violenti pugni e quando il poveretto era a terra lo prese a calci in faccia. Intervennero i Carabinieri che lo arrestarono. Al processo di primo grado fu condannato a 12 anni e adesso in Appello a nove anni e dieci mesi e pena concordata. Il giovane dovrà affrontare un altro processo per avere colpito un ragazzo con un pugno violentissimo al volto causandogli seri danni. Ora gli avvocati del Battaglia ricorreranno in Cassazione per ottenere un’ulteriore riduzione della pena e saranno i giudici della Suprema Corte a sentenziare. Un brutto episodio che sconvolse a suo tempo l’opinione pubblica viterbese e mise in luce come esistessero nella nostra città delle persone che per il loro ruolo di pentiti o di collaboratori di Giustizia avevano trovato un sicuro asilo.

Ultima modifica: 15 Sep 2017 09:09

Indietro   



 

 

ANSA