IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

Il Prato Giardino di Viterbo è divenuto un punto di riferimento per lo spaccio di droga

HOME
OCCORRE LA PRESENZA MASSICCIA DELLE FORZE DELL’ORDINE
Prato Giardino è l’unico polmone verde della città dei Papi ed un tempo punto di riferimento per tanti bambini, ragazzi e anziani per delle passeggiate nel verde e nella quiete. Adesso invece si è trasformato in un luogo di spaccio di droga di ogni genere ed inutili sono state le presenza o gli interventi da parte dei tutori dell’ordine, la zona è troppo vasta, stracolma di siepi molto alte e di viottoli che sono ricettacolo degli spacciatori e punto di riferimento per coloro che fanno uso di droghe. Ci troviamo in un punto storico a pochi metri da Porta Fiorentina e adesso le mamme con i bambini hanno paura ad addentrarsi in questa zona. Ogni punto è buono per gli spacciatori e consumatori di drogati a Prato Giardino, perché possono nascondere quello che vogliono nei pressi di alberi o dentro le siepi, queste ultime un vero baluardo per non farsi notare da chicchessia e ricettacolo di stupefacenti. Ora, due sono le soluzioni: chiudere all’improvviso l’accesso al nostro Parco verde in un orario consono, in cui logicamente non ci siano persone all’interno, e poi bonificarlo tramite i soliti cani antidroga, oppure tagliare le siepi o ridurre il loro volume in modo che i malfattori che lasciano l’esca mortale ai consumatori siano più visibili. Una volta c’era il guardiano che circolava con la bicicletta o motorino ed era sempre un deterrente e a nulla sono serviti gli arresti di questi delinquenti che continuano il loro turpe mercato al centro storico di Viterbo. Sarebbe auspicabile la presenza continua di agenti in borghese pronti ad arrestare i malfattori. Tutto questo ha un costo ma per salvare dalla piaga della droga giovani e non, bisogna spendere per troncare questa invasione di delinquenti che con lo spaccio guadagnano molto bene. Alcune persone che in qualche modo lavorano a Prato Guardino,h asseriscono che il Comune non farebbe nulla. Non comprendiamo cosa possa fare quando il compito di controllare è appannaggio delle Forze dell’ordine.
 

Ultima modifica: 28 Sep 2017 09:28

Indietro   



 

 

ANSA