IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

Arrestate sei persone per le truffe delle auto

HOME

UN DANNO ENORME AL FISCO E AD ALTRI COMMERCIANTI DEL SETTORE

Una truffa di 3 milioni di euro è un danno alle casse dello Stato per quanto riguarda la compravendita di auto provenienti dall’estero: novanta mezzi posti sotto sequestro. Le indagini portate avanti dal Procuratore della Repubblica di Viterbo Paolo Auriemma si sono concluse con gli arresti domiciliari di 6 persone tra le quali vi sono anche 2 donne, Carla Corbucci e Emilia Tiveddu. Le indagini sono state condotte dalla Guardia di Finanza e Polizia Stradale agli ordini rispettivamente di Giosué Colella e Gianluca Porroni e del piemme Fabrizio Tucci. Si tratta di auto di grosse cilindrata e di lusso che dalla Germania venivano vendute in Italia e con un giro di fatturazioni false evadevano l’Iva causando un danno allo Stato di circa 3 milioni di euro e nello stesso tempo danneggiavano le concessionarie oneste. Gli arrestati sono l’imprenditore viterbese Elio Marchetti di Viterbo già conosciuto alla giustizia per altre vicende, Adrian Glowats un concessionario tedesco, Simone e Roberto Girolami, Giuseppe De Lucia, Domenico Sordo, il tutto con falsificazione di documenti di circolazione dei veicoli. Un giro di fatture false e con questo sistema i prezzi delle auto erano molto più bassi sul mercato causando anche un danno notevolissimo ai concessionari in regola. Le indagini sono ancora in atto.
 

Ultima modifica: 05 May 2017 18:31

Indietro   



 

 

ANSA