IlCorriereQuotidiano
Quotidiano indipendente diretto da Francesca Morelli 
Attenzione! flashPlayer mancante
potresti non visualizzare
correttamente tutti i contenuti!
Scaricalo qui 

"Siamo rammaricati di non vedere oggi il centrodestra, che aveva ricevuto il consenso più alto dagli italiani, alla guida del Paese. Il metodo che ha dato origine a questo Governo e il tira e molla durato mesi non ci è piaciuto e non ci ha convinto. I programmi delle forze che lo guidano non sono omogenei, anzi sono molto diversi. Per questo voteremo no alla fiducia al Governo Conte, oggi. Ma, come siamo abituati a fare, rivolgeremo a questo Governo, come a tutte le Istituzioni della Repubblica, il rispetto che merita. Sosterremo i provvedimenti e le leggi che riterremo utili al Paese e ci opporremo fermamente a quelli, e rischiano di essere molti, che ne impediranno la crescita. Non ci stancheremo, nel frattempo, di lavorare affinché il centrodestra, unito, torni a guidare il nostro Paese. Ce lo chiedono gli italiani che ci hanno votato e ci hanno mandato in parlamento."
Così in una nota il Senatore Francesco Battistoni (FI)
 
 
La famiglia in Italia
Mostra fotografica a cura di M120
Grazie alla diffusione capillare sul territorio dei suoi 500 circoli affiliati, che possono contare su oltre 40.000 soci iscritti, la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche organizza sin dal 1995 campagne fotografiche nazionali su tematiche specifiche, con l’intento di realizzare documenti fotografici che interpretino il proprio tempo.In occasione del 70° anniversario dalla sua fondazione, avvenuta a Torino nel 1948, la FIAF ha organizzato un nuovo progetto nazionale dedicato alla famiglia, il cui scopo è documentare ed interpretare, attraverso la fotografia, la famiglia italiana contemporanea alla luce delle trasformazioni epocali che hanno riguardato i diversi ruoli dei suoi componenti, le identità sessuali, le esigenze economiche, il ruolo della donna  e la presenza di immigrati e italiani di nuova generazione
.L’articolo 29 della Costituzione italiana afferma che “la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio”, ma è ancora così? Le trasformazioni sociali di questi anni hanno messo in discussione sia l’esistenza di un’unica forma naturale di famiglia, che il matrimonio come suo istituto fondativo per eccellenza.
Dalle famiglie allargate fine alle coppie di fatto e le unioni civili, le nuove famiglie si presentano in maniera poliforme: cosa è dunque oggi famiglia?
Partendo da tale interrogativo, la ricognizione fotografica collettiva intende esplorare e rappresentare la famiglia italiana in tutte le sue declinazioni, tracciandone i nuovi  confini.
 
Paola Burla, Vittorio Faggiani, Michele Furci, Carlo Panza, Rosanna Papalini e Debora Valentini hanno aderito, ognuno secondo la propria sensibilità,  al progetto FIAF.. 
I loro lavori saranno in mostra presso la sede del Collettivo 42, in via S. Leonardo 2 a Viterbo.
Inaugurazione sabato 9 giugno 2018 alle 17:30.
La mostra sarà visitabile dal giovedì alla domenica, dalle 18 alle 20, fino al 30 giugno 2018.
 



 
ANSA